Osterix Evolution

       OSTERIX EVOLUTION      




LA clientela di osterix

 

Una parte della clientela dell’Osteria Matrix é assuefatta ad Osterix : un Amaro fortissimo, talmente potente da controllare la mente ed il comportamento di chi lo assume.
Il sintomo dell’assuefazione è un allucinazione che porta i clienti a confondere l’illusione con la realtà. L’Amaro induce i suoi consumatori a confondere la condizione di cui “godono” nel presente con la condizione di cui “godranno” nel futuro. Il mondo che i suoi consumatori hanno oggi davanti agli occhi sembra reale ed eterno, ma in realtà é un’illusione destinata a svanire. L’idea che le cose cose si ottengano senza impegno e spirito di ricerca, è una realtà virtuale creata dal potentissimo Amaro. Un aspettativa di aver sempre la "pappa pronta" che esiste solo in quanto parte dell’allucinazione indotta da Osterix.

"Ubriaconi Pappapronta" siete vissuti in un mondo fittizio. Questa è l’osteria che esiste oggi !


Il bicchiere rimane vuoto

 

U – Oste servimi il mio solito Amaro Osterix !
O – Spiacente amico ne hai già bevuto troppo !
U – Su non scherziamo … fammi fare un altro trip nel "pappaprontismo"…voglio solo divertirmi e pensare al piacere, niente dovere per oggi!
O – Niente da fare amico… è inutile che insisti non ho più drink per te …è giunto per te il momento di conoscere.
U – SiSiOk ho capito … però riempimi il bicchiere almeno per l’ultimo viaggio...
O – Spiacente…se vuoi posso offrirti un grappino fatto dal "centro l’infanzia felice bambino" …
U – NoNo ! Non mi interessa mi voglio stralunare con il solito amaro …
O – Dolente … se vuoi posso offrirti un Martini fatto "dall’istituto studenti ancora bambini" …
U – Ohhh … ma come staiiii ? Ho detto l’Amaro !…preparami mezzo Osterix e non ne parliamo più.
O – Spiacente …se vuoi posso offrirti un Rum dei professori che quando si siedono fanno BBrumm.
U – Ohhh … ma questo qua è cotto duro … melodaionostocazzodiamaro ? … AMARO ! non Brum, Rum, Martini, Grappini …voglio Osterix …quello fatto dalla "balotta "se faccio fatica vado in botta"".
O –Spiacente...se vuoi posso offrirti uno Sturini fatto dal "centro rucupero adolescenti bambini" …
U – …??? … ma come parla stò qua … o sono fuori io o è fuori lui … ma cosa c…. è lo Sturini ?
O – Un drink che è come una bomba … lo bevi e non vorrai più bere il solito Amaro … Assicurato ! E’ la tua ultima occasione : se rinunci, non ne avrai altre. Scegli! Nel bicchiere azzurro ti servo l’Amaro Osterix : fine della storia…esci dal mio locale…domani ti sveglierai in camera tua e pensando a te nella società del futuro crederai a quello che vorrai. Nel bicchiere rosso ti servo uno Sturini : te lo spari e ti fai un bel viaggio nel progetto Umanet Evolution… altro che elefantini volanti rosa e farfalline multicolore... ti sto offrendo la verità ricordalo…Niente di più.

 

L’Ubriacone, sebbene in un primo momento si dimostri alquanto reticente, decide di accettare la proposta di fare un "giro psichedilico" nel futuro …. si cala quindi lo Sturini della percezione ed esce dal locale…


….E’ passato oramai un bel po’ di tempo e l’Ubriacone ancora non si è fatto vedere nell’osteria, tant’è che l’oste è preoccupato che sia rimasto offeso dagli effetti del drink trip…ma finalmente … con fare trionfale, ecco che fa la sua apparizione l’ubriacone pappa pronta … che entra nell’osteria e a gran voce :

U – Oste ??? Sono tornato !!! Servimi l’Acqua Minerale della sorgente "meglio che mi sbatto sennò nella vita non concludo un cazzo" …
O – Ah… ed io che volevo offrirti un Osterix. Niente amaro dunque ? …
U – Amico che trip !!! ancora non mi sono ripreso del tutto … ho dormito per giorni che mi sono sembrati settimane… o forse sono state settimane che mi sono sembrate giorni … o forse … boh ? non lo ricordo ! quello che ricordo è che ho sognato e viaggiato molto ...
O – Hai mai fatto un sogno tanto realistico da sembrarti vero ? … Gli elefantini rosa c’erano ?…
U – Si c’erano elefanti, come fai a saperlo? ma non erano “ini” erano “oni”, non “rosa” ma “marroni”, non “simpaticoni” ma dei gran “cafoni”.
O – E se da un sogno così non ti dovessi più svegliare, come potresti distinguere il mondo dei sogni da quello della realtà ? e le farfalline multicolore che vivono nei fiori c’erano….?
U – Non le ho viste volare … ma sicuramente le avrei preferite a ciò che ho visto …
U – Ricordo che me ne stavo a mollo nella piscina della mia casa del futuro…materassino…occhiali da sole… bermuda… palleammollo e nientesbattiti…insomma…tuttopronto come piace a me. Il mio Amaro preferito sulla sua ciambellina galleggiante riparato da un ombrellino rosa acquistato in un mercatino cinese… tutto era perfetto !
Ricordo che ad un certo punto vedo oscurarsi il sole, strano penso, il cielo un attimo fa era completamente sereno, alzo lo sguardo verso il cielo e ….
O – E … ???
U – Ho visto una specie di nuovola marrone precipitare su di me … Amico… a lungo non ho voluto crederci, poi ho visto gli elefantoni con i miei occhi, li ho visti volare e dinanzi a quello spettacolo, potendo constatare sulla mia testa la loro limpida raccapricciante precisione, mi è balzata agli occhi l'evidenza della verità.
O – Quale verità ?
U – Quella che credevo una piscina, in realtà era un water gigante dove io galleggiavo come uno s…
O – Come ? un water gigante per culi volanti ? Hai visto questo nel tuo futuro ?
U – Si ! ma non è tutto qui … poi ho visto quelli della "balotta niente sbattiti sennò vado in botta" filtrare quelle torbide acque per ricavarne essenze per il loro Amaro.
Dinanzi a quello spettacolo raccapricciante mi è balzata davanti agli occhi l’evidenza della realtà, mi sono svegliato dal sogno e mi è venuto da vomitare.
O – Non ho detto che sarebbe stato facile: ho detto che ti offrivo la verità.

 

Dopo il travaglio iniziale, finalmente, l’ubriacone accetta la nuova condizione di risvegliato ed insieme all’Oste si dà da fare per restituire un futuro meno amaro a tutti i pappapronta ubriacati da Osterix. Non senza difficoltà, infatti per compiere tale operazione occorre liberarli dall’assuefazione dall’amaro della "balotta niente sbattiti sennò vado in botta" ed abituarli gradualmente all’acqua minerale della sorgente "meglio che mi sbatto sennò nella vita non concludo un c....";

La strategia di recupero adottata è sempre la stessa : fare assumere la "pillola rossa della consapevolezza" con un effetto "psichedelico" formidabile...

Alla fine l’impresa eroica riesce, i clienti dell’osteria si liberano dall’illusione e, vedendo la verità sul loro futuro dal gusto amaro, terminano la propria dipendenza da Osterix e liberano la loro creatività.

Dedicato a tutti gli Studenti Pappapronta e ai risvegliati Preparapappa.